Main menu

  facebook  twitter2

salaalex2 503

E' un'idea nata a suo tempo durante un viaggio al Brennero che fece tappa al cimitero di Telves, dove riposa Alex Langer.

Ce l'hanno negata con tutta la pervicacia possibile e con tutta la tenacia possibile cogliamo l'attimo, trasformando un problema drammatico e cogente, la pandemia, in un tentativo di miglioramento.

In questi giorni la video-conferenza è diventata il pane quotidiano per molte persone.

Come tutti gli strumenti umani ha i suoi limiti, ma se si tratta di affrontare un dibattito, ascoltare una relazione, una lettura, condividere immagini e documenti, persino sentire della musica, non si tratta solo di un succedaneo ma di un vero e proprio vettore comunicativo originale. 

Dunque, amici e amiche del Club dell'Albicokka, la settimana prossima inauguriamo la nostra sala che contiene cento posti virtuali con un primo incontro sul tema:

VIALE VENEZIA, UN ESEMPIO AL CONTRARIO

Relatore-provocatore Mauro Tedeschi, editore di Albicokka. Ci racconterà come quella storica via d'accesso a Verona si stia trasformando in una puntata della serie televisiva Centovetrine.

L'incontro, che si terrà Venerdì 15 maggio dalle 21.00 alle 22.00, si svolgerà con una relazione di venti minuti e con le osservazioni dei convenuti (se lo desiderano), massimo cinque minuti a testa. Si avvia così una sperimentazione destinata ad andare lontano...

Per dirla con un antico motto: "Si gioca con qualsiasi tempo", basta essere almeno in due e si comincia.

Le regole per partecipare sono semplici:

Occorre essere un/una componente dei gruppi e delle pagine social (whatsapp, broadcast, telegram, fb e twitter) legati/a ad Albicokka.

Occorre compilare il modulo dei contatti (vedi sotto), scrivendo "PARTECIPO 001" nel campo messaggio. Vi sarà restituito il link dell'applicazione ZOOM che vi permette di partecipare alla video-conferenza (non è difficile installalrla comunque in calce di questo post c'è il tutorial).

Nella sala Alex non si parlerà solo di politica, ma prevediamo presentazioni di libri, concerti "in remoto", seminari creativi.

Per combattere il distanziamento sociale accostiamo la giustizia alla bellezza. 

Non abbiamo scelto questa giornata a caso per dare l'annuncio. Oggi ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato:

"Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore".

PARTECIPATE

tutorial
mail tutorial

Print Friendly, PDF & Email

e-max.it: your social media marketing partner