Main menu

     news facebook  twitter2

avviso1Secondo le rilevazioni dell'Arpa Veneto, in località Giarol Grande a Verona (pieno bosco in città) nei primi dieci giorni dell'anno 2019 si è superato per 6 volte il livello "scadente" per quanto concerne la qualità dell'aria.

I livelli di concentrazione in aria delle polveri fini PM10 sono stabilite dal D.Lgs. 155/2010 e calcolate su base temporale giornaliera ed annuale. Le soglie di legge sono due: Valore Limite (VL) annuale per la protezione della salute umana di 40 μg/m3; Valore Limite (VL) giornaliero per la protezione della salute umana di 50 μg/m3 da non superare più di 35 volte/anno.

Le informazioni sono a disposizione della cittadinanza, basta cercarle (cliccate sul link sottostante), non occorre il gruppo spotlight dei giornalisti del Boston Globe.

Evidentemente però occuparsi dei ghiacci dell'antartide o proporre di ripristinare con uno scavo l'interrato dell'acqua morta (con l'acqua dentro) fa più figo.

Ciò che è certo, se possedete un naso funzionante, è che potete farvi un'idea della situazione agli incroci di via Unità d'Italia a Verona. Non è un fatto estetico, ma di vita o di morte.

 

 Print Friendly, PDF & Email

e-max.it: your social media marketing partner