Main menu

     news facebook  twitter2

freedom1In questi giorni sui social è in corso un interessante dibattito sulle case Menegolli di via Cernisone a Verona, da circa un ventennio in costruzione.

Il Presidente della Circoscrizione ritiene di avere dato una svolta alla situazione, grazie alle sue pressioni sulla proprietà e i lavori, almeno ufficialmente, sono stati riavviati. Egli scrive su FB: “Non ci sono più segnalazioni di senza tetto che dormono dentro abusivamente”.

Alcuni esponenti del PD locale (vedi allegato blu) a suo tempo sono stati più espliciti: “Gli scheletri delle case possono rappresentare rifugio per sbandati e senza fossa (SIC) dimora, con conseguenti possibili costi a carico dell’amministrazione per i controlli e interventi”.

Ci terrei a ricordare a me stesso che chi si rifugia dentro un buco a zero gradi senza finestre per dormire non può essere paragonato a coloro che sfondano le porte delle case popolari infischiandosene delle graduatorie e al racket degli appartamenti abusivi. Sono persone naufraghe della vita tanto quanto quelle della “Sea Watch”. Mi rifiuto di considerarle fantasmi senza nome o, semplicisticamente, "sbandati".

  linkblu  fotocamera

 Print Friendly, PDF & Email

e-max.it: your social media marketing partner