Main menu

  facebook  twitter2

animagrigia

Quando scrissi Anima Grigia nel 2006 e ne parlò la stampa veronese, un politico locale, adesso importante, lo definì un: “Romanzo di Fantascienza”.

Forse leggendo l'Espresso di oggi potrebbe ricredersi, ma la storia travalica “la città dell'amore”, cercando di cogliere i nodi di un potere che buca la narrazione penetrando inopinatamente nella realtà.

Scelgo di riproporlo adesso perchè è ora e lo faccio in uno di quei siti lillipuziani che sostengo con contenuti e risorse mie (Damanto) nei quali, con argomenti ed ascolti diversi, dibattiamo di politica, religione e letteratura.

Mi rendo conto che la “legittimazione sociale” sia di ostacolo a una loro diffusione più capillare, io non vado in televisione né ho migliaia di follower, anche per gli argomenti che tratto, ma vi sento molto presenti nelle visualizzazioni e potrebbe capitare, un giorno o l'altro, che cominciaste a condividere con altri/e quella che non è autopromozione ma un semplice desiderio di confronto e verità.

Il protagonista di questo romanzo, Angelo Jasmeno, è un giornalista del sud che potrebbe somigliare a Mario Francese, cronista del Giornale di Sicilia ucciso nel gennaio 1979 dai corleonesi, perchè fiutava una pista buona e ne scriveva senza ritegno.

Lui aveva capito come funzionava, era un ottimo analista sociale che si peritava di mettere insieme indizi, rivelazioni, carte giudiziarie e amministrative e imbastirci una storia.

Quello che non capiscono molti amici e amiche è quanto sia importante regalare una contro-narrazione agli eventi delle nostre città, proporre nuovi personaggi, idee, fascinazioni...

La retorica del “Noi non siamo come loro” o “Noi lo faremmo meglio” non regge se i nostri racconti, i nostri sogni, non si discostano dai "loro".

Ho scelto la strada di un Podcast, semplice, originale e multistrato che può essere ascoltato agevolmente puntata dopo puntata ed evocare sentimenti e contesti che in molti sentiremo risuonare come i "nostri".

Ringrazio che mi ha voluto aiutare, prima passando la storia alla radio ed ora, riveduta nei modi e nei tempi su una piattaforma più adatta allo Smartphone.

Cosa c'entra Albicokka? Beh senza Angelo e le sue avventure semplicemente essa non esisterebbe.

 
 podcast

 Print Friendly, PDF & Email

e-max.it: your social media marketing partner